Sardegna: STOP agli Enti ! REFERENDARI ALL’ATTACCO «SUBITO LA LEGGE CHE LI CANCELLA»

Pubblicato il da bastacasta

http://qn.quotidiano.net/politica/2012/05/07/708975/images/1229800-referendum_sardegna.JPG

Le annunciate nomine nei consigli di amministrazione di Carbosulcis, Igea e Sotacarbo, dopo la levata di scudi dell’opposizione («Stop alle designazioni fino a quando non sarà approvata la legge di riforma che tenga conto del risultato referendario») registra l’intervento del movimento referendario che denifinisce le proteste per le indicazioni nei Cda dei tre enti sulcitani «fiera della ipocrisia».

«Le pratiche di sottogoverno - dichiarano i refrendari - sono note e mai nessuno ha rifiutato la propria parte di bottino». «Non si perda tempo - intimano i referendari alle forze politiche - e si porti immediatamente in Consiglio la legge per l’abolizione di tutti i consigli di amministrazione degli enti della Regione e magari anche di quelli delle Province e dei Comuni». Le polemiche sulle nomine nei Cda degli enti, il cui quesito che ne proponeva l’abolizione ha registrato il 97.06% dei sì, si sono registrate venerdì scorso in occasione della convocazione delle assemblee dei soci Carbosulcis, Igea e Sotacarbo per l’approvazione dei bilanci e la nomina dei nuovi consigli di amministrazione.

Alla presidenza di Carbosulcis era indicato l’ex senatore Udc, Gianfranco Tunis, all’Igea, Bista Zurru e a Sotacarbo, Mario Porcu. Le assemblee delle tre società partecipate dalla Regione si sono concluse con l’approvazione dei bilanci e le nomine sono slittate al 18 maggio per Igea e al 23 maggio per Carbosulcis e Sotacarbo.

Con tag Politica

Commenta il post